Il laboratorio

Anna in laboratorio Dopo più di centocinquant’anni lo Studio Moretti Caselli è ancora al lavoro: arrivati alla quinta generazione, Maddalena prosegue la  tradizione di famiglia. Maddalena Forenza è nata nel 1980, ma già nove mesi prima, nel grembo di sua madre Anna, aveva cominciato a respirare l’atmosfera del laboratorio: ai lavori delle vetrate della Chiesa di S. Francesco a Deruta (vicino a Perugia), nel 1979, ha quindi partecipato anche lei. E così, piano piano, seguendo con lo sguardo i lavori intorno a lei, prima attraverso la rete del box, poi dall’alto del passeggino, diventa normale “aiutare” la mamma.

Maddalena nel passegginoAppena arrivata all’altezza giusta (quella del tavolo da lavoro) si fa sul serio – o quasi –, con piccoli ritagli di vetro colorato riproduce i suoi disegni; è la stessa esperienza che vogliamo offrire anche oggi ai piccoli partecipanti ai nostri “Vetropark”. Qualche anno deve passare ancora, ma passione e desiderio di imparare crescono, e così un bel giorno si comincia a lavorare davvero insieme: la decisione di continuare l’attività di  famiglia è presa! Ma il percorso è ancora all’inizio: solo dopo un’esperienza lavorativa all’estero, corsi di nudo, di ceramica, di incisione all’Accademia di Belle Arti di Perugia e restauro di vetrate artistiche presso il laboratorio di Laura Morandotti a Milano, finalmente Maddalena è pronta per apprendere i segreti degli antenati. Maddalena si immerge nell’attività dello Studio e, migliorandosi ogni giorno, si dimostra all’altezza della produzione artistica del laboratorio di famiglia, che ormai su di lei si appoggia. Oggi realizza e restaura vetrate artistiche: si tratta di una produzione unica, perché utilizza i metodi pittorici riscoperti, studiati e rielaborati da Francesco Moretti, ma si è anche adeguata al gusto di oggi e si dedica a nuove creazioni con tecniche diverse. I metodi antichi rivivono e si attualizzano quindi in un orizzonte che va dalla grande vetrata al complemento d’arredo.

Maddalena in laboratorioLa ricerca della perfezione non è ancora finita: come Francesco Moretti, Maddalena continua a esplorare nuovi percorsi artistici e artigianali, pur nella continuità della tradizione familiare. Francesco Moretti aveva messo la sua maestria a servizio della tecnica della vetrata: le sue opere erano dei meravigliosi quadri a olio trasfigurati dall’aggiunta di quell’ingrediente fondamentale che è la luce.

Con lo stesso spirito di ricerca, Maddalena vuole ancora oggi raggiungere qualcosa di nuovo, sorprendente, particolare: in una parola, unico.

Tessere di vetro sabbiate pronte per essere dipinte
Tessere di vetro sabbiate pronte per essere dipinte
foto SMC
« 1 di 10 »